libera

 

   Il nostro Istituto ha aderito, nell'anno scolastico 2014-15, a "Libera. Associazioni, nomi e numeri contro le mafie" con l'intento di sollecitare gli studenti a prendere consapevolezza dell'importanza che ha la lotta contro le mafie al fine di promuovere la legalità e la giustizia nel nostro Paese. Conoscere il fenomeno mafioso (con la sua ricerca continua di favori, potere, ricchezza), conoscere quanti spendono, e talvolta sacrificano, la propria vita per contrastarlo può aiutare tutti (alunni, genitori e insegnanti) a capire quanto sia fondamentale agire con onestà nella propria scuola, nel proprio lavoro, nel proprio paese … per poter costruire una società trasparente, attenta al bene comune, capace di premiare il merito e pronta a sostenere chi è in difficoltà.

     La referente per l'istituto è la prof.ssa Marilena Marchioni.

In occasione della ventesima giornata della memoria e dell'impegno in ricordo delle vittime innocenti delle mafie la professoressa Marilena Marchioni ha raccolto il materiale prodotto dagli studenti delle varie sedi in un "libretto" che si può scaricare:

cop

 

     Gli studenti di alcune classi del Liceo Scientifico e dell’ITI/Ottica, dopo aver letto una sintesi del libro “Sola con te in un futuro aprile”, sono stati invitati a scrivere delle brevi lettere indirizzate all’autrice, Margherita Asta, che poi loro stessi hanno potuto ascoltare il 17 ottobre a Pieve di Cadore.

    Tutte le riflessioni, le emozioni e le domande degli alunni - relative alla strage di Pizzolungo (1985) - sono state raccolte in un semplice libretto che è stato consegnato a Margherita proprio in occasione dell’incontro con lei e che ora, su questo sito, proponiamo anche alla vostra lettura.

 

 

  • Preparazione alla presentazione del libro "Sola con te in un futuro aprile" di Margherita Asta e Michela Gargiulo (predisposto dalla prof.ssa Marilena Marchioni) (download)
  • Lettere dei ragazzi a Margherita Asta (download)


Sabato 9 maggio 2015 Corriere delle Alpi

PIEVE DI CADORE

Libera, grazie agli studenti acquistate 513 penne a favore

PIEVE DI CADORE. “Scrivi il tuo futuro”: con questo slogan un gruppo del Liceo scientifico e dell’Iti/Ipsia Ottici di Pieve di Cadore, ha proposto agli studenti, ai docenti e a tutto il personale Ata...


PIEVE DI CADORE. “Scrivi il tuo futuro”: con questo slogan un gruppo del Liceo scientifico e dell’Iti/Ipsia Ottici di Pieve di Cadore, ha proposto agli studenti, ai docenti e a tutto il personale Ata di acquistare una penna di “Libera”, l’associazione contro le mafie fondata nel 1995 da don Luigi Ciotti. «L’iniziativa, nata durante l’ora di religione», spiega l’insegnante Marilena Marchioni, «ha avuto lo scopo sia di celebrare i 20 anni della nascita di Libera, sostenendo così le sue attività, sia quello di manifestare la nostra vicinanza al 
sacerdote cadorino, riconoscendo il suo impegno contro ogni forma di corruzione e di illegalità. Grazie al contributo di tanti (342 persone) – e con una spesa di 1,20 euro a testa – è stata raccolta la somma di 766,10 euro e sono state acquistate ben 513 penne. Speriamo che esse diventino davvero il simbolo della volontà di ciascuno di operare con sempre maggiore responsabilità e onestà all’interno della scuola e delle proprie realtà di vita».foto studenti libera

«Un tale impegno», aggiunge, «è infatti la migliore garanzia affinché un futuro sia davvero possibile per tutti in termini di lavoro e di dignità in un’Italia dalle dinamiche sociali finalmente trasparenti ed eque. Questo semplice gesto vuole essere anche un augurio per il presidio di Libera che oggi sarà inaugurato anche in Cadore alla presenza di don Ciotti». 

(V.D.)